Per il secondo anno Istituto Luce Cinecittà ha presentato Animazioni d’autore, la speciale rassegna sul film di animazione di Cinecittà si Mostra.
Dal 23 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, dodici giornate, tante quante quelle che legano tradizionalmente il Natale all’Epifania, sono state scandite da proiezioni aperte a tutto il pubblico in visita a Cinecittà si Mostra.

Oltre alle pellicole, proiettate ogni giorno alle ore 15.00 nella suggestiva Sala Fellini, sono stati realizzati laboratori didattici, anche questi quotidiani, che hanno dato la possibilità ai più piccoli di sperimentare e conoscere il linguaggio e le tecniche del cartone animato.

L’edizione del 2018-2019 è stata dedicata ad un ideale viaggio intorno al mondo grazie a una selezione di pellicole internazionali: un percorso tra immagini, disegni animati, stop motion che dalla Spagna al Brasile, passando per Francia, Giappone, Italia e Gran Bretagna, hanno rivelato al pubblico capolavori dell’animazione diversi tra loro per tematiche, soggetti, e modalità di espressione e realizzazione.

Ad inaugurare Animazioni d’autore è stato The Nightmare Before Christmas, il capolavoro in stop motion ideato da Tim Burton che ha reso celebre nel mondo un Natale diverso, quello vissuto da Jack Skeletron nel paese di Halloween che nel 2018 ha festeggiato 25 anni dall’uscita; così come Yellow Submarine lo psichedelico cartone animato del 1968 che ha come protagonista i Beatles, diretto da George Dunning e disegnato dall’illustratore e designer tedesco Heinz Edelmann, che ha compiuto 50 anni.

Animazioni d’autore ha scelto storie che non provengono solo da luoghi fisici differenti tra loro, ma che mettono in comunicazione mondi lontani o contrastanti, racconti che suggeriscono modi differenti di guardare il mondo, capaci di restituirlo in una molteplicità di forme e visioni.
Ecco allora lo sguardo lillipuziano di Arrietty – il mondo segreto sotto il pavimento di Hiromasa Yonebayashi per Studio Ghibli; quello magico, incantato e pittorico de Il bambino che scoprì il mondo di Alê Abreu, candidato all’Oscar nel 2015, e doppiamente premiato ad Annecy nel 2014; fino a quello della femme insoumise, “l’insubordinata” Marianne Satrapi che con il suo Persepolis ci racconta la sua crescita di bambina attraverso la Rivoluzione e la Storia dell’Iran.

Coraggiosa e tenace è anche la piccola Parvana che vive a Kabul protagonista di I racconti di Parvana, vincitore del Festival Internazionale del film d’animazione di Annecy, diretto da Nora Twomey, prodotto da Angelina Jolie. Tra i tanti “mondi” troviamo quello in “quarantena” de L’Isola dei Cani di Wes Anderson capace di far dialogare e mescolare gli universi creativi di Akira Kurasawa e Hayao Miyazaki; mentre il microcosmo di Arrugas – Rughe di Ignacio Ferreras ha raccontato al pubblico l’amicizia degli anziani Emilio e Miguel e degli altri ospiti di una casa di riposo, mentre affrontano la progressiva perdita di memoria e la malattia.

Tra gli altri titoli sono stati presentati l’intramontabile Kirikù e la strega Karabà premiato ad Annecy nel 1999; Ernest e Celestine, sceneggiato da Daniel Pennac e tratto dalla serie di libri per bambini di Gabrielle Vincent, con una una storia di amicizia che tramuta l’antagonismo tra mondi opposti in una possibile convivenza; Nat e il segreto di Eleonora di Dominique Monféry che sceglie l’universo fantastico e immaginifico di una biblioteca fiabesca.
Il viaggio si è concluso con Vip Mio fratello Superuomo, acuta e divertente parodia del mondo dei supereroi e dell’immaginario del consumismo del nostro italiano amatissimo maestro Bruno Bozzetto.

La rassegna Animazioni d’autore è parte della proposta didattica che il Dipartimento Educativo di Cinecittà si Mostra cura dal 2015 con appuntamenti mensili dedicati al cinema d’animazione di registi italiani e internazionali.
La Sala Fellini ospita le proiezioni dei film che diventano il punto di partenza per le attività di laboratorio in cui sperimentare linguaggi, tematiche e tecniche utilizzate nelle pellicole.
I laboratori si tengono all’interno del Cinebimbicittà, lo spazio laboratoriale dove i ragazzi possono esprimere la propria creatività.

Animazioni d’autore è un progetto a cura di Barbara Goretti e Serena Giulia Della Porta, in collaborazione con “Senza titolo” Progetti aperti alla Cultura.

Share This
0
    0
    Il tuo carrello
    X